Telefonino.net network
Win Base Win Adv Win XP Vista Windows 7 Registri Software Manuali Humor Hardware Recensioni Blog Download Foto
INDICE NEWS NEWS WEB NEWS SOFTWARE SEGNALA NEWS CERCA NEWS »

ADSL: nuove offerte



adv

[ Fusione Maxtor/Segate ] [ Player targato mozilla ]
Pubblicato da Sbavi il 24/12/2005 alle 00:00

L'Autorità Garante delle Comunicazioni (Agcom), dopo quattro mesi di tira e molla, ha dato ragione agli operatori alternativi (Wind, Tele2, Tiscali, tra gli altri) che protestavano contro Alice 640.
Agcom ha stabilito, nella riunione del 21 dicembre, che Telecom debba cambiare l'offerta all'ingrosso, rivolta agli operatori, per permettere loro di meglio rispondere ad Alice Flat.

La polemica risale a luglio, quando è arrivata Alice Flat: 19,95 euro al mese, per un'Adsl 640/256 Kbps. Gli operatori hanno da subito criticato la relativa offerta all'ingrosso, con cui in teoria Telecom permetterebbe loro di replicare Alice Flat.
Mentre Alice Flat è un'offerta, appunto, "flat-rate", quella all'ingrosso relativa è un ibrido.
Gli operatori pagano, per ogni utente, un canone fisso; più una quota per ogni MB trasferito. Fino a un canone massimo addebitabile, per ogni mese e per ciascun utente, pari a 13,32 euro al mese, in via promozionale (ma 15,67 euro al mese dal 1 gennaio).

Prezzi Iva esclusa. Per farla corta: scaduta la promozione basta che un utente scarichi più di 500 MB al mese circa perché l'operatore paghi, in quel caso, il canone massimo a Telecom. E il canone massimo, sommata l'Iva, gli lascia soltanto 1,1 euro di margine al mese, rispetto a un'offerta che al dettaglio costi quanto Alice Flat.

Di qui la protesta dei provider, secondo cui la maggior parte degli utenti trasferisce ben più di 500 MB al mese con una flat. Telecom Italia non era d'accordo; Agcom si è presa un po' di tempo per analizzare il traffico degli utenti flat e ha dato quindi tre mesi di autorizzazione temporanea ad Alice Flat, prorogati poi (a fine ottobre) di un mese. Siamo a arrivati così a dicembre, con la decisione di Agcom di dare retta ai provider.

È un bene per gli utenti: alcuni operatori, come Wind, finora titubanti a lanciare offerte 640 a basso costo, adesso potranno farlo. Si apre la concorrenza e si moltiplicheranno le alternative per gli utenti, con la possibilità, di conseguenza, che i prezzi tornino a scendere.


Fonte


Segnala su: Ok Notizie Technorati Digg Delicious FriendFeed UpNews Segnalo Yahoo Google News Windows Live Twitter MySpace Facebook
Leggi tutto o commenta
 In evidenza Registrare la TV da iPhone e iPad
Commenti:
Thor
finalmente una buona notizia!

come si faceva a sostenere che la maggior parte degli utenti non ha un traffico mensile di almeno 500MB!!
per fortuna non ci si è basati, questa volta, su un "ha detto che", ma sui dati reali, per prendere la decisione
Razor
Già finalmente ci voleva una notizia così !
STDK
E tutto questo a cosa è servito, adesso che succeederà?
Leggi gli altri 9 commenti o partecipa alla discussione »
[ Fusione Maxtor/Segate ] [ Player targato mozilla ]



 

Warning: include(/mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/bottom.php) [function.include]: failed to open stream: Permission denied in /mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/news1/includes/templates/template_news.php on line 618

Warning: include() [function.include]: Failed opening '/mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/bottom.php' for inclusion (include_path='.:/usr/share/php:/usr/share/pear') in /mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/news1/includes/templates/template_news.php on line 618