Telefonino.net network
Win Base Win Adv Win XP Vista Windows 7 Registri Software Manuali Humor Hardware Recensioni Blog Download Foto
INDICE NEWS NEWS WEB NEWS SOFTWARE SEGNALA NEWS CERCA NEWS »

P.A: attenzione a navigare in ufficio



adv

[ Gli alieni ci parlano con i neutrini? ] [ Più creativi con i videogame ]
Pubblicato da Robbi il 24/05/2008 alle 08:53

Rischia una condanna per peculato il dipendente pubblico che si diverte tutto il giorno su internet a spese della pubblica amministrazione. Sono consentite sono visite a siti istituzionali e per ragioni di lavoro. Questa la linea dura scelta dalla Cassazione che, con la sentenza 22326 del 21 maggio 2008, ha accolto il ricorso della Procura di Bari presentato contro un dipendente del Comune che scaricava continuamente da internet film di ogni genere e immagini porno.

Per questo era stato sospeso dal servizio e indagato per peculato. Il dipendente impugnato il provvedimento del tribunale di Trani e aveva vinto. I magistrati di Bari avevano in un secondo momento revocato la misura interdittiva della sospensione dall'esercizio di pubblico servizio.

Contro questa decisione la Procura pugliese ha fatto ricorso in Cassazione vincendolo. Ora il caso è stato riaperto e i giudici dovranno rivalutarlo alla luce di due elementi che avevano trascurato: il fatto che il reato di peculato, oltre a tutelare il patrimonio della pubblica amministrazione mira ad assicurare anche il corretto andamento degli uffici della stessa basato sul rapporto di fiducia e di lealtà col personale dipendente; e poi, un altro aspetto, questa volta favorevole al dipendente, e cioè i giudici dovranno valutare se l'ente locale aveva una convenzione col provider che prevedeva un accesso costante al web a un costo fisso.


Altre Info


Segnala su: Ok Notizie Technorati Digg Delicious FriendFeed UpNews Segnalo Yahoo Google News Windows Live Twitter MySpace Facebook
Leggi tutto o commenta
 In evidenza Registrare la TV da iPhone e iPad
Commenti:
sp3ctrum
Non mi sembra tanto sbagliata la decisione, in effetti sono in tanti i clienti che chiamo nel mio lavoro per vendere adsl che dicono spesso la consueta frase: "l'adsl non mi serve... tanto la uso in ufficio"
LoryOne
Si, ma a te deve solo interessare se il cliente decide di accettare oppure no, indipendentemente dal fatto che adduca la motivazione del rifiuto o meno.
LoryOne
Quota :
e poi, un altro aspetto, questa volta favorevole al dipendente, e cioè i giudici dovranno valutare se l'ente locale aveva una convenzione col provider che prevedeva un accesso costante al web a un costo fisso.


Chissenefrega, avrà certo stipulato un contratto. Verifichiamo se il contratto è legale o meno, ma questo che c'entra col dipendente ?
La questione è se il dipendente fa uso improprio di Internet, cioè se la sua attività di navigatore ha attinenza con il lavoro d' ufficio svolto.
E' questo il punto.
Leggi gli altri 6 commenti o partecipa alla discussione »
[ Gli alieni ci parlano con i neutrini? ] [ Più creativi con i videogame ]



 

Warning: include(/mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/bottom.php) [function.include]: failed to open stream: Permission denied in /mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/news1/includes/templates/template_news.php on line 618

Warning: include() [function.include]: Failed opening '/mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/bottom.php' for inclusion (include_path='.:/usr/share/php:/usr/share/pear') in /mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/news1/includes/templates/template_news.php on line 618