Telefonino.net network
Win Base Win Adv Win XP Vista Windows 7 Registri Software Manuali Humor Hardware Recensioni Blog Download Foto
INDICE NEWS NEWS WEB NEWS SOFTWARE SEGNALA NEWS CERCA NEWS »

Avanza un muro generazionale?



adv

[ In estate nuova Tv satellitare free ] [ Antitrust: multata Tele2 ]
Pubblicato da Robbi il 22/01/2009 alle 08:57

Un muro. Fatto di codici incomprensibili, di nascondigli virtuali, di incontri pericolosi, di linguaggi ermetici. Genitori che guardano sgomenti il computer dei figli, abilissimi nell'aggirare qualsiasi forma di protezione, come i parental control. Internet, afferma un nutrito gruppo di esperti inglesi, è diventata la nuova barriera tra generazioni, la tecnologia sembra aver triplicato le distanze anagrafiche, e la divisione tra chi sa e chi non sa è diventata, d'un tratto, abissale.

Lo rivela ChildWise, istituto di ricerca britannico che da 15 anni analizza e conteggia il rapporto tra i giovanissimi e la Rete, dove quest'ultima avrebbe assunto appunto le sembianze di un muro, da un lato ci sarebbe l'ignoranza tecnologica degli adulti, e dall'altro il sempreverde desiderio degli adolescenti di trovare luoghi nascosti, dove poter sperimentare se stessi e le proprie trasgressioni lontani dagli occhi dei genitori, per calarsi nella proprià tribù, virtuale o reale che sia.

Ma questa muraglia virtuale esiste davvero? Pare proprio di sì! Eppure si potrebbe sbriciolare facilmente, se gli adulti si sfidassero un po' di più nel comprendere gli strumenti che utilizzano i figli. Internet è oggettivamente una zona off limits. I ragazzini si mimetizzano come hanno sempre fatto, la differenza è che oggi i grandi si sentono inadeguati di fronte alle loro abilità e alla complessità del mezzo che padroneggiano.

Secondo le statistiche della Società Italiana di Pediatria, il 94% degli adolescenti italiani ha in casa un computer, oltre il 50% lo tiene nella propria camera da letto, si collega tutti i giorni più volte, e nel 76,5% dei casi utilizza il pc per scaricare musica, connettersi a YouTube e Messanger. Oltre naturalmente alla partecipazione ad ogni tipo di social network, primo su tutti Facebook.

Un mondo parallelo, dove gli adulti si sentono in difficoltà, non hanno i codici per decifrarlo, e invece di sfidarsi tendono ad arretrare, così i ragazzi in rete si creano una vera e propria second family, dove tra amici veri o virtuali arrivano davvero a sostituire i punti di riferimento familiari.

Ma c'e' anche chi non crede affatto al muro generazionale, non si parla di problema d'età, ma culturale, di chi, indipendentemente dall'anagrafe non riesce a migrare dentro la nuova cultura. Esistono sessantenni assai più digitali di ventenni: il punto non è quanti anni si ha, ma dove si abita, di quante infrastrutture è dotato il luogo dove si vive. Del resto il web l'hanno costruito degli adulti e poi lo hanno consegnato ai teenager.


Altre Info


Segnala su: Ok Notizie Technorati Digg Delicious FriendFeed UpNews Segnalo Yahoo Google News Windows Live Twitter MySpace Facebook
Leggi tutto o commenta
 In evidenza Registrare la TV da iPhone e iPad
Commenti:
zen67
Quota :
Inviato da Robbi
Un muro. Fatto di codici incomprensibili, di nascondigli virtuali, di incontri pericolosi, di linguaggi ermetici. Genitori che guardano sgomenti il computer dei figli, abilissimi nell'aggirare qualsiasi forma di protezione, come i parental control. Internet, afferma un nutrito gruppo di esperti inglesi, è diventata la nuova barriera tra generazioni, la tecnologia sembra aver triplicato le distanze anagrafiche, e la divisione tra chi sa e chi non sa è diventata, d'un tratto, abissale.


Il problema, per me non è dovuto al divario tecnologico generazionale o personale (o almeno ciò influisce, ma solo in minima parte), il problema vero è l'incomunicabilità ovvero la mancanza di un dialogo vero, che sempre più serpeggia tra le mura domestiche e fuori (ma questo è un'altro discorso) .... oltremodo penso che tutto ciò si debba costruire sin dalla prima infanzia assieme ai figli, il che non è semplice ma forse è la soluzione per ottenere, quando questi sono grandi un dialogo aperto e sincero, insomma che dicano a te genitore, le cose, specialmente i problemi etc etc e non trovino un surrogato di un padre/madre sul web o peggio...


...io col mio mimmino ci sto provando.....
rondix
L'articolo spiega gia' tutto, rispetto al passato il mondo virtuale amplifica la distorsione del rapporto generazionale perche' permette di rinchiudersi, nascondersi e anche isolarsi.
Drumsal
o penso che, alla fin fine, il mondo non è cambiato più di tanto. Tutti noi (sono padre di adolescente anch'io) abbiamo cercato di crearci una nostra dimensione al di fuori di quanto ci hanno detto i nostri genitori. E' la normale costruzione di una nostra identità. E' vero che cmq il genitore deve osservare ATTIVAMENTE quanto succede e non restarne vittima. Io stesso che proprio sprovvedutissimo non sono (almeno rispetto alla media degli utenti di PC) qualche problema ad interpretare il gergo di mia figlia ce l'ho. Tutt'al più quello che non capisco è come mai fino ad una certa età stanno seduti al PC invece di uscire e vedere gente dal vivo. Vi garantisco che non è solo una caratteristica di mia figlia.
Leggi gli altri 3 commenti o partecipa alla discussione »
[ In estate nuova Tv satellitare free ] [ Antitrust: multata Tele2 ]



 

Warning: include(/mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/bottom.php) [function.include]: failed to open stream: Permission denied in /mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/news1/includes/templates/template_news.php on line 618

Warning: include() [function.include]: Failed opening '/mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/bottom.php' for inclusion (include_path='.:/usr/share/php:/usr/share/pear') in /mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/news1/includes/templates/template_news.php on line 618