Telefonino.net network
Win Base Win Adv Win XP Vista Windows 7 Registri Software Manuali Humor Hardware Recensioni Blog Download Foto
INDICE NEWS NEWS WEB NEWS SOFTWARE SEGNALA NEWS CERCA NEWS »

Modella vince causa contro Google



adv

[ Mozilla ha bisogno di voi ] [ Insulti su Facebook... 5 denunce ]
Pubblicato da Flying Luka il 20/08/2009 alle 12:07

La modella canadese Liskula Cohen non deve essere un tipo facile. Almeno è questo ciò che ha stabilito una sentenza della Corte Suprema di New York, secondo cui Google, proprietario della piattaforma Blogger.com, deve svelare l'identità dell'anonima internauta che lo scorso anno ha insultato la modella trentaseienne.

Già il titolo del sito era tutto un programma. "Skanks in New York City", porcone a New York. In cinque soli post, pubblicati tutti il 21 agosto del 2008, l'autrice bollò la Cohen come "psicotica, bugiarda, puttana", condendo il tutto con frasi tipo "la disperazione trapela dalla sua anima, sempre che ne abbia una". Apriti cielo. La Cohen, infuriata, si rivolse al tribunale di New York chiedendo che Google desse il nome di chi aveva scritto quelle cose. Il gigante di Mountain View si oppose ("motivi di privacy") finché il giudice Joan Madden non ha messo il sigillo finale a una storia destinata a far parlare a lungo. "La protezione del diritto di comunicare anonimamente - ha spiegato il magistrato - deve essere bilanciata dall'esigenza di assicurare che le persone che scelgono di abusare di questo mezzo possano rispondere di una trasgressione".

Attraverso l'indirizzo ip Google ha così scoperto che il blog era stato aperto da una conoscente della Cohen, una donna che, per usare l'espressione della modella, "mi trovavo sempre tra i piedi al ristorante o alle feste". E mentre il portavoce di Mountain View Andrew Peterson mette le mani avanti ("Solidarizziamo con tutte le vittime del cyberbullismo. Tuttavia ci prendiamo molta cura per il rispetto della privacy e forniamo informazioni sui nostri utenti solo se c'è un'ordinanza del tribunale o un atto"), per il legale della Cohen Steven Wagner "internet non è un posto dove diffamare liberamente la gente. Questo cambierà il modo in cui alcuni si comportano in Rete".


Fonte


Segnala su: Ok Notizie Technorati Digg Delicious FriendFeed UpNews Segnalo Yahoo Google News Windows Live Twitter MySpace Facebook
Leggi tutto o commenta
 In evidenza Registrare la TV da iPhone e iPad
Commenti:
blackfate
"Come? Avete scelto la virtù e la testa alta e intanto guardate storto i vantaggi dell'uomo senza scrupoli? - Ma con la virtù si rinuncia ai vantaggi..."
- Nietzsche, Crepuscolo degli idoli -

...
Stizzo
Un altro punto a favore per il mondo "lento", che decide di farsi vedere "veloce" quando non lo è...
RNicoletto
Il problema è che il confine tra "diffamazione" e "denuncia" è assai labile.

Se io scrivo che la famiglia Agnelli ha imboscato un sacco di soldi al fisco tramite società off-shore e prestanome sto "diffamando" o sto "denunciando"?
[ Mozilla ha bisogno di voi ] [ Insulti su Facebook... 5 denunce ]



 

Warning: include(/mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/bottom.php) [function.include]: failed to open stream: Permission denied in /mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/news1/includes/templates/template_news.php on line 618

Warning: include() [function.include]: Failed opening '/mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/bottom.php' for inclusion (include_path='.:/usr/share/php:/usr/share/pear') in /mnt/host/www/wintricks/wintricks.it/www/news1/includes/templates/template_news.php on line 618