Telefonino.net network
Win Base Win Adv Win XP Vista Windows 7 Registri Software Manuali Humor Hardware Recensioni Blog Download Foto
INDICE NEWS NEWS WEB NEWS SOFTWARE SEGNALA NEWS CERCA NEWS »

Windows Anti-Pirateria



adv

[ Raccomandate online ] [ Abitudini Internet ]
Pubblicato da Gervy il 27/07/2005 alle 00:00





Microsoft ha esteso il suo programma "Windows Genuine Advantage", che richiede agli utenti del suo software di verificare le copie in loro possesso, in modo da ricevere le integrazioni di Windows XP .Gli aggiornamenti relativi alla sicurezza, che sono usati per rimediare a falle grave, saranno esentati, mentre per il resto prima del aggiornamento bisognerà verificare l'autenticità della propria copia di Microsoft Windows.







Reuters


Segnala su: Ok Notizie Technorati Digg Delicious FriendFeed UpNews Segnalo Yahoo Google News Windows Live Twitter MySpace Facebook
Leggi tutto o commenta
 In evidenza Registrare la TV da iPhone e iPad
Commenti:
Flying Luka

Microsoft sta per dare il via a un programma anti-pirateria che richiederà agli utenti di validare le proprie copie di Windows per poter accedere in futuro ai servizi d'aggiornamento. Il sistema prevede che l'utente faccia un check automatizzato del proprio sistema attraverso un programma, denominato Windows Genuine Advantage 1.0 che controlla se la copia di Windows installata sul pc è regolare oppure no, prima di dare accesso ai servizi Windows Update, Update for Windows e al Microsoft Download Center (i servizi comunemente utilizzati per scaricare patch, aggiornamenti e driver). Prima di varare l'iniziativa Microsoft avrebbe condotto un lungo test con lo scopo di ridurre il più possibile gli oneri per gli utenti. La società di Redmond avrebbe cominciato a sperimentare il programma già dallo scorso settembre, validando su base volontaria circa 48 milioni di sistemi.

Gli utenti che scopriranno di avere una copia di Windows contraffatta - affermano i responsabili Microsoft - potranno ricevere gratuitamente da Microsoft una licenza ufficiale, oppure si vedranno proporre una copia del sistema operativo a prezzo scontato. Per ottenere la copia gratuita dovranno compilare un modulo in cui indicano la provenienza del software in loro possesso, fornire una 'prova d'acquisto' e inviare il CD del software contraffatto. Se non possono dimostrare la buona fede, dovranno acquistare la licenza, sia pure a prezzo scontato.

La mossa, decisa per fermare la diffusione delle copie pirata di Windows, non mancherà di destare reazioni nella comunità degli utenti. In particolare, non è inoltre chiaro se il controllo di liceità potrà comportare oneri imprevisti anche per gli utenti legali, soprattutto in ambiti aziendali.

Secondo un legale di Microsoft, che cita una recente ricerca BSA-IDC, oltre un terzo di tutte le copie del software della società di Redmond (35%) sono oggi contraffatte. Microsoft ha considerato il fatto che molti utenti non sanno che il proprio software è illegale, per questo ha previsto il programma Genuine Advantage e gli incentivi connessi.

Secondo le rassicurazioni di Microsoft, il meccanismo di controllo del programma Genuine Advantage opererebbe in modo anonimo, attraverso un controllo ActiveX dal lato client e il servizio Windows Product Activation dal lato Microsoft. Nel processo di test, l'utente deve installare il controllo ActiveX e inserire il codice seriale di Windows.

Non è la prima volta che Microsoft controlla se le copie del proprio sistema operativo installate sono legali. Windows Update già controlla alcune chiavi associate a licenze per grandi volumi di cui è noto l'utilizzo illegale per l'attivazione delle copie di Windows. Un sito di microsoft permette di controllare le proprie.

Gli utenti delle copie che verranno riconosciute illegali, oppure che non effettueranno il controllo, non potranno più scaricare aggiornamenti al sistema operativo. Microsoft renderà comunque possibile scaricare le sole patch di security. Una misura "di salute pubblica", come viene definita dai responsabili Microsoft, che potrà evitare pericolose aree di contagio per virus e worm laddove non sarà possibile provvedere rapidamente alla legalizzazione del software utilizzato.



Fonte



Astro
Sbaglio o le due news (questa e quest'altra) sono le stesse?
Flying Luka
Si le stiamo unendo. Un sec, please.

Disguido tecnico!
Leggi gli altri 32 commenti o partecipa alla discussione »
[ Raccomandate online ] [ Abitudini Internet ]