Telefonino.net network
Win Base Win Adv Win XP Vista Windows 7 Registri Software Manuali Humor Hardware Recensioni Blog Download Foto
INDICE NEWS NEWS WEB NEWS SOFTWARE SEGNALA NEWS CERCA NEWS »

In Parlamento arriva il Pinguino



adv

[ Fiocco azzurro da YouBuy ] [ VIA AC97 audio 680d ]
Pubblicato da Robbi il 12/07/2007 alle 00:00

Linux sbarca a Montecitorio. 

E' ufficiale da ieri  ogni deputato che lo vorrà potrà richiedere di avere  sul proprio pc, portatile o da scrivania, e su quelli del proprio ufficio  Linux al posto del tradizionale Windows/Office a cui sono abituati 

Sono all'incirca tremila e 500 i computer attivi alla Camera e ognuno costa almeno 900 euro per le licenze di Office, l'insieme dei programmi che servono per la produttività dell'ufficio.


L'adozione di Linux in una struttura pubblica e centrale come la Camera è una piccola rivoluzione culturale. Si tratta infatti di  accettare la sfida tecnologica di un sistema informatico "aperto" che viene continuamente aggiornato da migliaia di sviluppatori in tutto il mondo.


Ma non solo: via libera anche  al collegamento wi-fi. E' possibile navigare con un pc, ma anche con un palmare o un telefonino dal Transatlantico, dalla buvette, dall'emeroteca, dal giardino d'onore e dai salottini laterali al cortile.


  • Maggiori Info



  • Segnala su: Ok Notizie Technorati Digg Delicious FriendFeed UpNews Segnalo Yahoo Google News Windows Live Twitter MySpace Facebook
    Leggi tutto o commenta
     In evidenza Registrare la TV da iPhone e iPad
    Commenti:
    DagoII
    Quota :
    Inviato da Robbi
    Sono all'incirca tremila e 500 i computer attivi alla Camera e ognuno costa almeno 900 euro per le licenze di Office, l'insieme dei programmi che servono per la produttività dell'ufficio.


    E invece con quanto costeranno i tecnici Linux che faranno le installazioni?
    E visto che le licenze Office su grossa scala costano circa 170 euro, i restanti 730 euro di programmi hanno un equivalente in Linux o bisognerà spendere ulteriormente in "manodopera" per adattare questa situazione su Linux?
    Secondo me tutto il giochino verrà a costare decisamente di più come tutte le situazioni reali di passaggi di questo tipo che ho dovuto affrontare sul lavoro..

    Quota :
    Inviato da Robbi
    Ma non solo: via libera anche al collegamento wi-fi. E' possibile navigare con un pc, ma anche con un palmare o un telefonino dal Transatlantico, dalla buvette, dall'emeroteca, dal giardino d'onore e dai salottini laterali al cortile.


    Beh.. Se vogliono farlo con Linux... AUGURI!!!
    Semi.genius
    MA abbiamo politici stra vecchi...era meglio questo: http://www.eldy.org/
    rondix
    Lasciare liberta' di scelta e' fondamentale, l'importante e' il risultato. Se chi lo fara' non restera' contento e tornera' alla soluzione precedente saranno solo fatti suoi. E' un passo importante che hanno fatto gia' tanti comuni, scuole ed istituzioni varie in Italia ed i risparmi in termini di denaro consistenti, credo che i tempi sono maturi per portare innovazione e cambiamento in questo paese. Siamo gia' il fanalino di coda in Europa proprio per la scarsa propensione all'innovazione ..... Il cambiamento comporta spesso dei problemi ma credo che in ogni caso bisogna provarci. Non credo poi che se ne possa fare una questione di costi, lo stato italiano sciupa giornalmente tanti di quei soldi che questi in sostanza sono briciole e aggiungo comunque spesi bene.
    Leggi gli altri 9 commenti o partecipa alla discussione »
    [ Fiocco azzurro da YouBuy ] [ VIA AC97 audio 680d ]