Telefonino.net network
Win Base Win Adv Win XP Vista Windows 7 Registri Software Manuali Humor Hardware Recensioni Blog Download Foto
INDICE NEWS NEWS WEB NEWS SOFTWARE SEGNALA NEWS CERCA NEWS »

Abusare del GPS fa male al cervello



adv

[ I display che si usano con dita e pennini ] [ Internet veloce sui treni Frecciarossa ]
Pubblicato da Redazione il 18/11/2010 alle 14:43

 

I navigatori satellitari sono una grande comodità, ma utilizzati in modo eccessivo possono nuocere alla salute. A questo incredibile risultato sono giunti i ricercatori della Mc Gill University in Canada. Secondo gli studi che hanno effettuato, infatti, l’utilizzo eccessivo di dispositivi GPS finisce per recar danno all’ippocampo, la parte del cervello deputata all’orientamento nello spazio, che, se poco stimolato, comincia a funzionare male. Nei casi limite si può arrivare allo sviluppo di patologie, come il morbo di Alzheimer, tipiche dell’età adulta. In poche parole chi utilizza spesso il GPS ha un rischio più alto di incorrere in problemi di memoria e di orientamento spaziale.

Il cervello per orientarsi si serve di due metodi differenti, uno geospaziale, che utilizza dei punti di riferimento per costruire una mappa cognitiva per sapere come arrivare a destinazione, e uno basato sulla ripetitività di un tragitto che viene memorizzato e percorso più volte come se si fosse dotati di un pilota automatico. Questa seconda strategia è molto simile a quella di chi usa un GPS, che consiste nello svolgere attività azioni semplici su comando (svolta a sinistra, prendi la prima uscita a destra, ecc.) senza però prendere in considerazione alcun punto di riferimento.

I ricercatori hanno ottenuto questo importante risultato esaminando con la risonanza magnetica il funzionamento del cervello: coloro che utilizzano la navigazione spaziale mostrano un’attività più intensa nell’ippocampo ottenendo risultati migliori di coloro che tipicamente di affidano completamente ai GPS. Ovviamente, come in tutte le cose, deve prevalere il buon senso: il GPS è una tecnologia assolutamente utile ed in grado di semplificare la vita quando si è in viaggio e bisogna esplorare luoghi sconosciuti, ma l’importante è non diventarne dipendenti.




Segnala su: Ok Notizie Technorati Digg Delicious FriendFeed UpNews Segnalo Yahoo Google News Windows Live Twitter MySpace Facebook
Leggi tutto o commenta
 In evidenza Registrare la TV da iPhone e iPad
Commenti:
glpro
...ma chi li paga questi studi? possibile che c' gente che spreca tempo e risorse su ricerche tanto inutili? ...cmq... a parte qualche rappresentante.. mi dite chi che gira con gli occhi sempre appiccicati al navigatore?? ..ma se il 90% non sa neanche usarlo....
Gringo
Io onestamente mi Perdevo, sia senza che con il navigatore, inoltre dei veri studi e non questi improvvisati, hanno dimostrato che la maggior parte degli incidenti stradali dovuto proprio al cervello, troppo allenato e che passa in guida "Atopilota" troppo spesso e al momento del bisogno, di essere realmente reattivi, il cervello stava ripassando qualcosa d'altro al posto di stare sulla strada.

Probabilmente le Major telefoniche hanno paura che le ditte di GPS possano invadere il loro mercato e rilasciano questi studi, del tipo....

La PSP fa male ma il DS aiuta ecc.....
Davide71
Beh, chiaro che se usi ad esempio la memoria del cellulare per memorizzare i numeri, poi pian piano, la tua memoria poco allenata si va a farsi benedire.
Nell'articolo qui sopra mi aspettavo un riscontro scientifico, ma sulle onde elettromagnetiche emesse dai satelliti gps in orbita, non una minchi@t@ del genere, che se uso troppo il gps per orientarmi, perdo il mio l'orientamento naturale. L'essere umano non un automa, se il mio tomtom aggiornatissimo mi dice di sterzare a destra, prima mi preoccupo di vedere a destra che ci sia qualcosa, in cui svoltare.

bye
Leggi gli altri 3 commenti o partecipa alla discussione »
[ I display che si usano con dita e pennini ] [ Internet veloce sui treni Frecciarossa ]